Acquisti verdi – Disponibile il terzo manuale operativo dedicato ai CAM Illuminazione Pubblica

Da oggi disponibile il Manuale operativo per gli acquisti verdi: Criteri Ambientali Minimi per l’affidamento dei Servizi di progettazione e gestione dell’Illuminazione pubblica e per l’acquisizione di sorgenti luminose e apparecchi di pubblica illuminazione.

Il manuale è stato realizzato con il coordinamento di ART-ER e Regione Emilia-Romagna, nell’ambito delle attività di diffusione del Green Public Procurement previste dal Progetto Life Prepair. Il manuale rappresenta il terzo di una serie di documenti tecnici a beneficio degli operatori del settore e dei funzionari delle stazioni appaltanti.

Il Manuale operativo dedicato all’Illuminazione pubblica, fornisce ai responsabili di procedimento una guida pratica, chiara e precisa per applicare correttamente ed efficacemente i Criteri Ambientali Minimi per l’affidamento dei servizi di progettazione e gestione dell’illuminazione pubblica in tutte le casistiche operative.

Attualmente, i Criteri Ambientali Minimi per la pubblica illuminazione, fanno riferimento a due Decreti Ministeriali, il DM 27/9/2017 (GU del 18/10/2017, n. 333) “Criteri ambientali minimi per l’acquisizione di sorgenti luminose per la illuminazione pubblica, per l’acquisizione di apparecchi per la illuminazione pubblica, per l’affidamento dei servizio di progettazione di impianti per l’illuminazione pubblica” c.d.d. CAM-IP, ed il DM 28/3/2018 (GU del 28/4/2018, sg n. 98) “Criteri ambientali minimi per il servizio di illuminazione pubblica” c.d.d. CAM-Servizi.

I due decreti costituiscono parte integrante del Piano d’azione per la sostenibilità ambientale dei consumi della pubblica amministrazione, definendo i criteri ambientali minimi che, ai sensi del D.lgs. 50/2016, le Amministrazioni pubbliche devono utilizzare nell’ambito delle procedure per l’affidamento del servizio di progettazione e di gestione dell’illuminazione pubblica (IP).

La prima parte del documento contiene le disposizioni introdotte dal nuovo Codice appalti per rendere “verde” una procedura di gara; la seconda parte comprende una sintesi e le indicazioni operative per le stazioni appaltanti per spiegare al meglio l’ambito di applicazione dei due CAM, i contenuti specifici e i mezzi di prova ammissibili.

Per scaricare il manuale cliccare qui.