L’esperienza di LIFE PrepAIR contribuirà all’aggiornamento del Piano Aria di Regione del Veneto

Con la deliberazione n. 1537/2021, pubblicata nel BUR n. 157 del 23.11.2021, la Giunta Regionale del Veneto ha avviato il  procedimento di aggiornamento del Piano di Tutela e Risanamento dell’Atmosfera (P.R.T.R.A.), al fine di  rivalutare e integrare le azioni previste dallo stesso  per le prossime annualità anche alla luce delle analisi effettuate nell’ambito del Progetto LIFE PrepAIR in coerenza con le strategie del Bacino Padano, nell’intento di ridurre il particolato atmosferico e contenere entro i limiti i valori di polveri sottili e biossido di azoto.  Se è pur vero che -nel lungo periodo- è osservabile un sensibile miglioramento rispetto al recente passato, è però altrettanto vero che per il raggiungimento, nel più breve tempo possibile, dei valori limite previsti dalla Direttiva europea 2008/50/CE,  sono improcrastinabili ulteriori misure e risulta fondamentale l’aggiornamento dell’attuale Piano.

La Regione del Veneto già dal 2017 fa parte del “Nuovo Accordo Bacino Padano”, che definisce in forma condivisa con le Regioni contermini ed il Ministero della Transizione Ecologica molte importanti misure addizionali di risanamento dell’aria, da applicare in modo coordinato e congiunto sul territorio delle regioni coinvolte. Inoltre l’Amministrazione regionale, per rafforzare ulteriormente l’impegno istituzionale finalizzato  ad attuare misure coordinate per la qualità dell’aria ha aderito al citato Progetto LIFE PrepAIR .

Pertanto, lLa Giunta regionale,  anche sulla base delle analisi effettuate nell’ambito del Progetto “PrepAIR”  ha quindi ritenuto di avviare la procedura di aggiornamento del P.R.T.R.A., in risposta  alle richieste della Commissione Europea di limitare i superamenti dei valori limite di alcuni inquinanti atmosferici stabiliti dalla direttiva 2008/50/CE per il miglioramento qualitativo dell’aria.

Per la riduzione delle emissioni di particolato i settori sui quali intervenire prioritariamente, attraverso misure strutturali, sono il riscaldamento domestico mediante combustione a biomassa legnosa, l’efficientamento energetico degli edifici, l’agricoltura ed i trasporti, in collegamento con gli obiettivi dell’Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile.

Per la realizzazione di queste ambiziose intenzioni sarà essenziale il supporto tecnico-scientifico dell’Agenzia Regionale per la prevenzione e protezione ambientale del Veneto (ARPAV), anch’essa partner di LIFE Prepair, per la selezione delle misure più efficaci al risanamento e al  mantenimento dei valori di qualità dell’aria entro i limiti prescritti,  tenendo conto anche dell’efficacia delle misure nella riduzione delle emissioni di gas serra.