Il 16 marzo riaprono le iscrizioni al CORSO dedicato al CAM EDILIZIA

Dopo tre edizioni di successo, per il notevole numero di adesioni raccolte su 5 Regioni (in toto 816 iscritti), il Corso dedicato ai Criteri Ambientali Minimi per l’Edilizia dal 16 marzo riapre le iscrizioni sulla piattaforma self PA della Regione Emilia-Romagna, ai tecnici pubblici che si occupano di appalti di lavori e ai liberi professionisti che operano nelle costruzioni.

Il corso fornisce indicazioni operative relative all’adozione dei criteri ambientali minimi, alla luce della normativa vigente, offre strumenti per la loro corretta applicazione e accompagna le pubbliche amministrazioni ad ottemperare all’obbligo introdotto dal Codice appalti e contratti.

Il corso è strutturato in tre sezioni: la prima introduce alle disposizioni normative per gli acquisti verdi del codice degli appalti; la seconda fornisce indicazioni operative per spiegare al meglio l’ambito di applicazione del CAM Edilizia e la terza sezione spiega gli strumenti di verifica, quali le certificazioni ambientali.

Oltre al corso sul CAM Edilizia il progetto Prepair prevede la realizzazione di altri strumenti ed iniziative formative; entro breve saranno pubblicati e resi disponibili il corso FAD per i servizi energetici negli edifici pubblici e il manuale dedicato ai Criteri Ambientali Minimi per i servizi di pubblica illuminazione.

Per la partecipazione registrati qui (https://applicazioni.regione.emilia-romagna.it/IscrizioneConvegni/Iscrizione.aspx?6z%2bN8MruZcSs8cy7OMvSO1H4j8fuGRec&Lang=IT)

Aggiornamento 16 Marzo 2020

Per coloro che si sono già iscritti entro il 16 marzo 2020 il corso è partito oggi sulla piattaforma selfPA della Regione Emilia-Romagna.

Chi è interessato a partecipare può ancora iscriversi compilando il modulo di iscrizione online; I nuovi iscritti  riceveranno la comunicazione con le credenziali per accedere al corso il  16 aprile 2020.

 

I Criteri Ambientali Minimi (CAM) per l’affidamento di servizi di progettazione e lavori per la nuova costruzione, ristrutturazione e manutenzione di edifici pubblici, adottati con Decreto ministeriale dell’11 ottobre 2017, sono indicazioni e prescrizioni specifiche di carattere tecnico, il cui utilizzo nei bandi di gara e nelle procedure d’acquisto (specifiche tecniche, punteggi premianti, condizioni di esecuzione del contratto, requisiti di qualificazione del prodotto) va preventivamente approfondito per garantire la preparazione di documenti di gara e strumenti di verifica e di controllo. Allo scopo di accompagnare e diffondere la loro applicazione, da parte dei Responsabili dei procedimenti di gara e dei Progettisti, il Progetto Prepair ha elaborato il manuale Progettazione realizzazione e ristrutturazione di edifici con criteri di sostenibilità disponibile qui.