Al via il corso “Riqualificazione ambientale dell’edilizia privata: ripartire dai condomini”

E’ cominciato giovedì 18 gennaio 2018, il CORSO INTERDISCIPLINARE “Riqualificazione ambientale dell’edilizia privata: ripartire dai condomini”, finanziato da PREPAIR ed organizzato dalla Provincia autonoma di Trento in collaborazione con i firmatari del Protocollo d’intesa provinciale per promuovere la riduzione dei consumi energetici, in particolare di quelli da fonti non rinnovabili, nell’ambito del patrimonio edilizio privato costituito dai condomìni.

Sono 50 i partecipanti che frequenteranno le 56 ore previste dal corso, ideato e strutturato per fornire e potenziare le conoscenze ed abilità dei corsisti appartenenti alle diverse figure professionali, favorendo il dialogo, l’interscambio e la comunicazione per affrontare le diverse tematiche: gestionale, giuridica, economico-fiscale, tecnologica. Sarà di particolare cura dei docenti la condivisione di un linguaggio comune che porti ad un più semplice dialogo tra le figure professionali a cui afferiscono i soggetti. La parte pratica riguarderà la simulazione di un intervento di riqualificazione di un condominio a partire dalla proposta di intervento e dal processo decisionale assembleare del condominio, fino alla sua realizzazione. In questa occasione i corsisti avranno come obiettivo l’applicazione degli assunti teorici e la gestione di un costante dialogo con le altre figure professionali partecipanti.

La novità del corso è rappresentata dalla partecipazione delle diverse categorie coinvolte nella filiera della riqualificazione dei condomini: architetti, geometri, ingegneri, periti, artigiani, imprese artigiane e addetti imprese non artigiane, amministratori di condominio, ESCO (Energy Service Company), commercialisti, rappresentanti Confindustria, rappresentanti ANCE e rappresentanti istituti bancari.

Sono 130 le domande di partecipazione pervenute, lasciando intendere l’importanza della tematica trattata.

Del corso che prenderà il via oggi sono previste altre tre edizioni nei prossimi tre anni.